La cervice, autoesame e modifiche durante il ciclo

Che cos'è la cervice ?

La cervice è la porzione inferiore dell'utero e si affaccia in vagina come una sporgenza emisferica.


Quali informazioni può dare l'auto-esame della cervice ?

Attraverso l'auto-esame della cervice è possibile avere informazioni utili da incrociare con gli altri dati in nostro possesso nel caso in cui l'osservazione del muco risulti poco chiara. La posizione della cervice è infatti un sintomo di fertilità secondario e fornisce le stesse informazioni che fornisce il muco. La cervice subisce delle modificazioni durante il ciclo mestruale in risposta all'estrogeno per favorire il concepimento.

Come si modifica la cervice nel corso del ciclo ?

Nel periodo non fertile (fase finale del ciclo dopo l'ovulazione, primi giorni del nuovo ciclo), quando il livello di estrogeno è basso, la cervice è bassa, chiusa e compatta ed è facile da percepire con le dita.

Nel periodo fertile, quando l'estrogeno sale di livello, la cervice si eleva, è aperta e soffice e può essere più difficile percepirla con le dita.


Perché la cervice subisce modificazioni durante il corso del ciclo ?

Nel periodo fertile, prima dell'ovulazione, la cervice si alza, si apre e si ammorbidisce per consentire e assistere il passaggio degli spermatozoi verso l'utero, fino ad arrivare alle tube di Falloppio dove l'ovulo può essere fecondato. Dopo l'ovulazione la cervice si abbassa, si chiude e si indurisce rendendosi inospitale.

Tutto questo è regolato dall'estrogeno che aumentando determina anche la produzione del muco cervicale che aiuta il concepimento nutrendo gli spermatozoi e aiutandoli nella migrazione.


Come si esamina la cervice ?

Dopo aver lavato le mani inserire una o due dita in vagina con il palmo della mano rivolto verso l'alto; giunti verso il fondo si percepirà qualcosa che blocca le dita; a quel punto, con la punta delle dita leggermente piegate vero la parete addominale, si potrà toccare la cervice che si trova sopra il canale vaginale come fosse appesa sopra di esso e leggermente inclinata rispetto all'asse dello stesso.

Il periodo migliore per cominciare con l'auto-esame della cervice è dopo la fine della mestruazione. L'ideale sarebbe quello di farlo tutti i giorni verso la stessa ora in quanto potrebbe subire dei cambiamenti durante il giorno. Per quanto riguarda la posizione ognuna sceglie quella che trova più comoda; sollevare la gamba appoggiando il piede al wc può essere una buona soluzione. Una volta individuata la posizione più comoda è bene mantenerla nei giorni a venire perché una diversa posizione potrebbe indurre a percepire un'altezza diversa della cervice. La posizione è importante in quanto è bene rilassarsi il più possibile per un buon auto-esame.


Come percepire la cervice le prime volte ?

Riportiamo i consigli delle nostre utenti:

  • Ha una forma tondeggiante con un buchino al centro, la consistenza è variabile: come la punta del naso/come le labbra/come il glande del pene
  • Alcune utenti riferiscono che di sera sia più semplice trovarla
  • Non aspettatevi che sia subito li bella dritta, dovete cercarla in ogni angolino
  • Come punto di riferimento cercate il suo buchino e poi successivamente provate a percorrere la sua circonferenza e se è tutta tonda allora l'avete trovata
  • Inizialmente provare a cercarla durante il mestruo, nei giorni subito prima o nei giorni subito dopo. In questo periodo la cervice è molto bassa per favorire l'espulsione del sangue, quindi è più semplice trovarla.

Una volta percepita la cervice bisogna porsi alcune domande: compatta o morbida ? alta o bassa ? chiusa o aperta ? asciutta o umida ?

La cervice è alta o bassa ?

Questo è il fattore più facile da identificare, quindi nei primi auto-esami è bene imparare a capire solo questo. Si può utilizzare il "dito" come una sorta di righello contando le falangi che si sono dovute inserire per percepire la cervice. Una cervice bassa indica il periodo non fertile, per questo è più facile notarla nel periodo mestruale in cui si abbassa per consentire la fuoriuscita del flusso mestruale; una cervice alta indica fertilità ed è adatta a ricevere e assistere gli spermatozoi per entrare nel tratto riproduttivo.


La cervice è compatta o morbida ?

Una cervice dura ha la consistenza della punta del naso e si nota nelle ore immediatamente seguenti l'ovulazione; Una cervice morbida ha la consistenza delle labbra e si nota nel momento di maggior fertilità, quando dovrebbe presentare anche una certa quantità di muco al suo ingresso; negli altri periodi del ciclo assume una consistenza intermedia.


La cervice è chiusa o aperta ?

Una cervice chiusa indica il periodo non fertile; una cervice aperta indica il periodo fertile. In caso di donne che hanno già avuto gravidanze è possibile che la cervice venga percepita sempre come aperta mentre per le donne che non hanno mai partorito si presenterà come una sottile fessura e può essere più difficile notare l'apertura della stessa.


La cervice è asciutta o umida ?

Una cervice umida indica periodo fertile; una cervice asciutta indica periodo non fertile. Questo sintomo può aiutare nell'interpretazione qualora vi fossero dei dubbi.

La cervice in gravidanza

In gravidanza l'utero si allarga ed il collo si accorcia un po quindi la cervice risulta più alta. Inoltre la cervice si appiattisce un po' (sempre per il fatto che il collo si accorcia e l'utero si allarga) e quindi sembra più piccola. Si ammorbidisce moltissimo (è possibile che sia più morbida che sotto ovulazione) ed anche le pareti vaginali sono molto più morbide.


Come si inseriscono i dati riguardanti l'osservazione della cervice su TemperaturaBasale.it ?

Sul tool in questo sito relativo alla temperatura basale e metodo sintotermico è possibile registrare apertura, posizione e consistenza della cervice sulla base delle proprie osservazioni eseguite come spiegato.

  • Per apertura è possibile segnare chiusa, media o aperta ed eventuali annotazioni.
  • Per posizione è possibile segnare bassa media o alta ed eventuali annotazioni.
  • Per consistenza è possibile segnare dura, media o morbida ed eventuali annotazioni.
Ill tool è focalizzato principalmente sulla temperatura basale ma potete inserire molti altri tipi di dati relativi alla vostra fertilità e sono tutti opzionali, è quindi possibile inserire anche solamente i dati relativi alla cervice e consigliamo anche quelli relativi all'inizio dei vari cicli mestruali.

Nelle immagini sottostanti potete vedere il comodo pannello di inserimento dati relativo alla cervice e due grafici/tabelle di esempio in cui oltre ai vari dati inseriti giorno per giorno sono riportati anche i dati relativi alla cervice, l'utente in questione ha effettuato l'autoesame della cervice intorno al suo periodo fertile (la linea verticale gialla è il giorno dell'ovulazione) e i valori relativi sono riportati nelle due righe dove appaiono quei cerchietti rosa con un buco al centro (che simboleggiano l'apertura della cervice) e quelle crocette rosa (che simboleggiano la posizione della cervice), la consistenza viene invece assegnata alle annotazioni. Clicca sulle immagini per visualizzarle ingrandite.

Pronta per una nuova consapevolezza del tuo corpo?





Ti potrebbe interessare...