Misurazione della temperatura basale


Come misurare la temperatura basale con il termometro

E’' possibile misurare la temperatura basale per via vaginale, rettale o orale; le prime due sono da ritenersi meno soggette a errore. In caso si volesse cambiare metodo attendere la fine del ciclo perché la temperatura vaginale/rettale e orale sono differenti (quella vaginale è più alta);

Per quanto riguarda la misurazione orale porre il termometro sotto la lingua, sempre dallo stesso lato e in profondità e tenere chiusa la bocca mentre si misura.

Tenere il termometro vicino al letto in modo da dover fare il minor movimento possibile per prenderlo la mattina per misurare;

Evitare di fare movimenti, bere, parlare, mangiare o fumare (soprattutto per chi prende la temperatura oralmente) prima di prendere la temperatura basale. Nel caso siano inevitabili meglio non misurare oppure annotarsi le circostanze in cui è stata presa.

Nel caso si utilizzi una coperta riscaldante per tutta la notte tenerla alla stessa temperatura per tutto il ciclo. Se si utilizza solo nel momento in cui ci si corica non altera la temperatura basale.

Prendere subito nota della temperatura basale e dell'’ora in cui è stata presa per evitare dimenticanze.


Quando si deve misurare

Si può misurare solo dopo 3 ore consecutive di sonno oppure dopo 4-5 ore non consecutive purché l'’ultima sia dormita per intero.
Inoltre è bene prendere la temperatura sempre alla stessa ora con uno scarto di un'’ora/un’'ora e mezza.


Quando non si deve misurare

Ci sono alcuni fattori che possono alterare la temperatura basale e in presenza di questi è conveniente non misurare.
In caso di dubbio si può sempre misurare ma occorre annotarsi che la misurazione potrebbe aver subito alterazioni in modo da poterla escludere nel caso ci si rendesse conto essere davvero alterata.

Alcuni di questi fattori sono:

  • Ore di sonno insufficienti, significativa variazione dell'’orario di sveglia, sonno disturbato
  • Febbre, infezioni e malattia in generale
  • Assunzione di alcol
  • Alcuni tipi di farmaci (soprattutto quelli contenenti ormoni: antinfiammatori, antidolorifici, antibiotici, rimedi naturali in generale non alterano la temperatura basale).

Cosa utilizzare per misurare la temperatura basale

  • Termometro a galinstan (il corrispondente del vecchio termometro a mercurio) consigliato
  • Termometro specifico per temperatura basale: più grande e più preciso di quello a galinstan ma non strettamente necessario
  • Termometro digitale: sconsigliato in quanto meno preciso e più soggetto a errore
  • Apparecchi studiati appositamente per misurare, registrare ed elaborare le temperature basali.

Per quanto riguarda i termometri è bene acquistarne due in modo da averne uno di riserva in caso di rottura anche se è consigliato utilizzare sempre lo stesso termometro nell’'arco dello stesso ciclo perché ci possono essere differenze tra diversi strumenti di misurazione.


Come inserire i dati riguardanti la temperatura basale nel nostro tool

Partendo dalla visualizzazione del grafico basta cliccare sul giorno interessato e inserire il valore di temperatura nella prima finestra in alto a sinistra; al di sotto di essa è possibile segnare l’'orario a cui è stata presa (di default i minuti vanno di 15 in 15).

Sempre dalla stessa finestra è possibile scegliere l'’attendibilità della misurazione:

  • una misura è attendibile quando presa in condizioni basali;
  • una misura non è attendibile quando interviene uno o più fattori che potenzialmente invalidano una misurazione
  • una misura si può segnare mediamente attendibile in caso di dubbio (per esempio in caso di sonno disturbato ma con ore di sonno sufficienti, in alcuni casi la temperatura può essere alterata, in altri no.

In caso di dubbio, impostando attendibilità media, ci prendiamo un appunto sul fatto che potrebbe essere da scartare (ma non ne abbiamo la certezza).

Di default il tool segna come non attendibili le temperature dei giorni in cui tra i sintomi si segna febbre, mediamente attendibili quelle dei giorni in cui tra i sintomi si segna raffreddore, mal di gola e tosse. E'’ sempre possibile, anche in un secondo tempo, cambiare l'’attendibilità se si ritiene necessario.

 


Argomenti correlati